Translate

giovedì 10 aprile 2014

Caponata 'I mulinciani

Anche se da più di 9 anni vivo al Nord, rimango sempre legata alla mia terra natale: la Sicilia. Durante la mia ultima visita ho potuto assaggiare tutti quei sapori che hanno caratterizzato la mia infanzia come i cannoli, le sarde a beccafico, lo sfincione , il calzone, le arancine e, soprattutto, la mia amata CAPONATA( Capunata ‘I Mulinciani)!!!.




Quest’ultima è uno dei piatti più noti della cucina siciliana ed è il risultato della combinazione di verdure fritte e l’agrodolce; viene spesso servita come antipasto o contorno anche se io la mangio anche come piatto unico con il pane.

Cercando in internet ho scoperto che alla ricetta base ne seguono più di 37 varianti a seconda della zona di provenienza. Esiste, infatti, la caponata palermitana (come quella che vi mostrerò oggi), quella agrigentina, catanese e messinese oltre che alla caponatina che, pur essendo simile negli ingredienti alla caponata, si avvicina più alla parmigiana. La ricetta attuale però non è uguale a quella usata in antichità essa , infatti, era composta dalla carne di un pesce pregiato e veniva servita nelle tavole dell’aristocrazia, il popolo, però, non potendosi permettere il costoso pesce lo sostituitì con le melanzane.

La ricetta di oggi parteciperà al contest LA SICILIA NEL PIATTO ideato da “Come mangio io” e dedicato a tutti gli amanti, come me, della cucina siciliana.





                                         






INGREDIENTI







- 3 melanzane grandi;








- 1 cipolla;
-3 coste di sedano;













-180 gr di olive verdi denocciolate
- 60 gr capperi









- 3 pomodori;

-un cucchiaio di zucchero;

-1/2 bicchiere di aceto;

- olio extravergine d’oliva

- Sale q.b


PREPARAZIONE:



Tagliate a dadini le melanzane, cospargetele con il sale in modo che l’acqua al loro interno esca.Nel frattempo tritate la cipolla, tagliate ad archetti il sedano.




Dopo mezz’ora sciacquate le melanzane, strizzatele e friggetele in padella con abbondante olio. 



Una volta cotte, toglietele dalla padella e mettete i capperi, la cipolla, le olive e il sedano.


Fate insaporire e aggiungete il pomodoro, precedentemente tagliato a dadini, salate e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti










Aggiungete le melanzane, versate il mezzo bicchiere di aceto e cospargete il tutto con lo zucchero, fate evaporare e servite fredda.